• Ita
  • ENG
  • Home
  • Chi siamo
  • Forum
  • Gallery
  • NKGC Contest
  • Login
  • Registrati

  • NKGC è su FACEBOOK
    Stai visualizzando il vecchio portale che non è più attivo.
    ----------
    NKGC si trova su FACEBOOK
    a questi link:
    ----------
    Gruppo NKGC su Facebook

    Pagina NKGC su Facebook
    Pagine: 1 [2]   Vai Giù
    Stampa
    Autore Topic: cabinetta di aspirazione d'emergenza  (Letto 5124 volte)
    lazer.74
    Modellista in erba
    ***
    Offline Offline

    Posts: 128



    lazer.74
    « Risposta #15 il: 22 Dicembre 2014, 10:36:35 »





    Paolo dalle prove che hai effettuato puoi dedurre due cose:

    1) Il potere di aspirazione della ventola è sufficiente, deve aspirare i vapori e gli odori dei solventi, non la vernice che spruzzi o il pezzo che stai verniciando  Ghigno
    2) La prima discriminante è il tubo, poi il filtro

    Giustamente come dice Carmelo se si vuol spendere e fare un lavoro "tosto" si prende una bella ventolozza tangenziale ma a quel punto non avrebbe senso montarla su una scatola di plastica da usare e riporre ogni volta (che è la tua finalità, dico bene?): in tal caso penserei più ad una realizzazione in legno, alluminio, etc, con più stadi di filtraggio dell'overspray, destinata a stare fissa su un banco di lavoro in uno spazio predisposto all'hobbistica.

    Per quella che è la tua (e la mia) necessità quella ventola è sufficiente, devi solo stare attento a non "strozzarla" sia in entrata che in uscita.
    Il filtro davanti non lo devi tenere attaccato ma distanziarlo di quei 5 cm grossomodo, creando una sorta di camera di aspirazione.
    La cosa più importante di cui tenere conto però è questa: la ventola aspira... ma dobbiamo fare in modo che non abbia impedimenti a spingere l'aria fuori dal tubo.

    Fai una prova di questo tipo (in prima battuta senza filtri): metti un fazzolettino di carta alla fine del tubo, nelle tue normali condizioni di verniciatura (che immagino siano più o meno quelle in foto) e fatti una idea di quanta aria esce.
    Adesso fai così: gira la cabinetta in maniera tale da evitare la prima curva praticamente a 90° subito all'uscita della ventola, quella è la più critica e che le fa perdere la maggior parte della sua efficienza, poi prendi una sedia e mettila sotto il tubo per sorreggerlo facendo in modo di ammorbidire l'angolo di ingresso sul muro (che anche se non è a 90° incide anche lui). Adesso guarda di nuovo quel fazzolettino in uscita e se mi dici che non vedi una differenza mi arrendo Occhiolino
    A questo punto, ottimizzato il flusso nel tubo, passi al filtro: provi a posizionarlo a diverse distanze dalla ventola e guardi gli effetti.

    Ci vuole quasi più tempo a scrivere questo post che fare le prove che ti suggerisco, vedrai che ne varrà la pena e sarai finalmente soddisfatto della tua semplice ma funzionale cabinetta autocostruita ok

    condividi il topic su Del.icio.uscondividi il topic su Diggcondividi il topic su Facebookcondividi il topic su StumbleUponcondividi il topic su Twitter
    Loggato

    Zeta
    Moderatore globale
    Autocostruttore
    *****
    Offline Offline

    Posts: 5785



    « Risposta #16 il: 22 Dicembre 2014, 14:59:21 »





    Se posso permettermi, è piuttosto normale che lunghezza, diametro e forma del tubo influiscano sul flusso d'aria.
    Da quel poco che ricordo degli studi di scuola superiore, esiste una caratteristica dei gas, la viscosità, che genera attrito tra gli strati d'aria e tra essi e le superfici, al punto che, in prossimità delle pareti interne del tubo, l'aria è praticamente ferma e rallenta tutti gli strati adiacenti. La massima velocità teorica si ha al centro del tubo ovvero nella zona più distante dalle pareti. A ciò si aggiunge l'attrito generato dai vortici che nascono se la superficie del tubo non è perfettamente liscia e se esistono pieghe nel percorso.
    Questo per dire che più il tubo è lungo e più queste "forze" agiscono a rallentarne il flusso in uscita creando una vera e propria perdita d'energia cinetica che in condizioni estreme potrebbe anche risultare nullo (solo se il tubo fosse molto lungo).

    Tutta questa menata ... solo per dire al buon Paolo che a mio modesto parere ha fatto un ottimo lavoro e solo usando un tubo rettilineo e perfettamente liscio poteva essere migliorato ma ciò ... ovviamente ... non è possibile.  ok

    Se trovi una configurazione che funziona, ovvero se ottieni aspirazione adeguata in ingresso, va bene così. Il peggio che potrà succedere è che all'interno del tubo, nella zona un cui il flusso d'aria fosse troppo lento si potrebbe avere un deposito di polvere di vernice che non dovrebbe creare problemi. Al massimo dopo qualche anno sostituisci il tubo  Occhiolino

    Infine, condivido i suggerimenti che ti hanno dato, anche io ho una spray booth simile alla tua ma comunque uso sempre (o quasi  oops! ) la maschera quando vernicio  ok

    condividi il topic su Del.icio.uscondividi il topic su Diggcondividi il topic su Facebookcondividi il topic su StumbleUponcondividi il topic su Twitter
    « Ultima modifica: 22 Dicembre 2014, 15:16:20 da Zeta » Loggato
    Pagine: 1 [2]   Vai Su
    Stampa
     
    Salta a: